Quomodo Blog
Tamara Feletig racconta l'esperienza della sua prima maratona

Che si tratti di maratona o maratonina è un’esperienza unica che rimarrà fissa nei nostri ricordi. (Dalla nostra socia Tamara Feletig)

 

Si dice che la prima maratonina non si scorda mai, come il primo amore.. Dicono… Ve lo potrò confermare o meno con il tempo…
Dicono che per la prima gara non ci sono tempi, risultati e classifiche ma c’è il divertimento e la voglia di mettere alla prova la propria mente, il proprio fisico e la resistenza, soprattutto psicologica. Non voglio di certo parlare del mio tempo (tutt’altro che glorioso), ma delle sensazioni e gioie che hanno accompagnato tutta la giornata.
Ansia e agitazione alla partenza, tanta gente con cronometro e tempi da rispettare, felicità all’arrivo, emozione nel vedere gli amici e compagni di corse e allenamenti che facevano il tifo per me, solo per me al traguardo, un’emozione unica.
La corsa può sembrare uno sport individuale, ma la mia esperienza dice anche il contrario, perché senza gli incoraggiamenti e l’affetto di tutti i compagni di corse non avrei mai pensato di poter portare fuori tutti quei Km, per tanti solo una passeggiata.
Insomma, sono stati 21 Km sofferti ma anche goduti divertendomi dal primo all’ultimo.
Chissà se da questa esperienza che non sarà di certo l’ultima, con il passare del tempo, potrò ragionare più in grande…

Tamara Feletig

Commenta qui:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Non inserite spam nel nostro blog. Il tuo commento sarà controllato dal direttivo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.